Un’azienda italiana propone 2 idee per ripartire in sicurezza in aereo

La prima idea è più “tradizionalista”; si tratta di un kit che può essere installato sulle poltrone già esistenti negli aerei, per rendere più sicura la convivenza tra passeggeri che condividono il medesimo ambiente di viaggio.

Aviointeriors, l’azienda italiana che lo propone, specializzata nelle produzione di interni per aerei, ha studiato tutta una serie di agganci per consentire l’implementazione su tutti gli aerei.

Decisamente più avveniristica la seconda soluzione proposta.

In questo caso, si tratterebbe di far viaggiare il passeggero centrale in posizione contro-marcia; secondo l’azienda, questo garantisce il massimo isolamento tra i passeggeri.

Idee interessanti, vedremo se avranno un futuro.

Al momento, da non addetti ai lavori, ci vengono alcune domande. Per esempio:

Queste paratie di separazione sarebbero sicure in caso di impatto?

In caso di emergenza, rappresenterebbero un’ostruzione all’abbandono dell’aereo da parte dei passeggeri?

I sedili posti in corrispondenza delle uscite di sicurezza potranno essere dotati di questo sistema?

Nel caso di depressurizzazione, le maschere per l’ossigeno sarebbero ostacolate?

Indipendentemente dalla presenza di paratie, l’aria condizionata degli aerei potrebbe avere un ruolo nella diffusione del virus?

Altri articoli simili: