Trump, the Joker! Quando la realtà è peggio della fantasia!

Non ce la fa proprio a essere serio, neanche quando le cose sono maledettamente gravi!

Oggi il clown se ne è uscito con la sbalorditiva, folle balla che si può sconfiggere il virus con i raggi UV e iniettandosi del disinfettante.

Ha dell’incredibile che un uomo di questo livello sia il presidente dello stato più potente al mondo.

Ancora più impensabile, ma vero, è che non è detto che non sia rieletto.

Anzi, alcuni sondaggi lo danno in vantaggio.

Viviamo in un mondo alla rovescia.

Per oggi poteva essere sufficiente, ma The Joker non si risparmia, e allora aggiunge che non parteciperà alla cooperazione globale indetta dall’ONU per trovare farmaci e vaccini contro il COVID-19.

Francesi, inglesi, tedeschi, italiani, canadesi, tutti si sono detti disponibili e orgogliosi di partecipare.

Trump? No, ovviamente.

Del resto, 2 mesi fa voleva comprare il vaccino da un’azienda tedesca, a patto che glielo desse in esclusiva (ovvero che nessun altro paese al mondo potesse averlo).

Non ci sono parole per qualificare il danno che quest’uomo rappresenta per tutto il pianeta.


Se non è il Joker, allora è Biff, di Ritorno al Futuro!

Era stato avvisato da tutto il mondo dell’arrivo del Coronavirus, e quand’anche non lo avesse avvertito nessuno, bastava accendere la TV e sintonizzarsi su una qualsiasi emittente italiana, per capire la gravità della situazione.

Ma, in quel momento, gli faceva comodo fare “lo gnorri” e dire che “gli italiani esagerano”, che era solo un raffreddore, che gli Stati Uniti ne sarebbero usciti in due settimane.

Adesso che, per colpa sua, che non ha fatto assolutamente nulla di ciò che avrebbe dovuto per salvaguardare i suoi cittadini, il suo paese è oggi il più ammalato del globo terracqueo, se ne esce dicendo che è tutta colpa dell’OMS.

Settimana scorsa aveva detto che l’OMS è “filocinese”, come per dire che fa il tifo per “gli altri”.

Oggi è passato dalle parole ai fatti, tagliando i fondi, pari a più di 500 milioni di dollari all’anno, ovvero il 15% dei contributi totali dell’ente.

Ai giornalisti, che gli hanno fatto presente che era stato avvertito anche da Peter Navarro a gennaio, Trump risponde di non averlo visto e di non aver letto il report che gli era stato mandato.

A chi gli fa presente che non ha decretato il look down (per motivi economici), Trump risponde che “limitare la circolazione di persone e merci è inefficace”.

E’ uno straordinario, spudorato mentitore seriale.

Lascia sempre basiti la sua totale mancanza di capacità (o volontà) di guardare al futuro.

Da più parti viene l’allarme che questa potrebbe non essere l’ultima pandemia, anzi, ci sono scienziati pronti a giurare che senz’altro ne arriveranno altre, e lui che fa?

Taglia i fondi a chi dovrebbe fermare queste malattie nei luoghi di origine, prima che arrivino negli Stati Uniti.

Dovrebbe fare il contrario!

Ma nella testa di Trump il mondo non è tondo, proprio non ci arriva a capire che ci sono cose che richiedono collaborarazione internazionale, come la tutela del clima, per esempio.

Infatti, ha stracciato gli accordi di Parigi perchè economicamente costosi.

E quanto costano i tornado che devastano gli Stati Uniti, che negli ultimi 10 anni si sono fatti sempre più frequenti e sempre più potenti, proprio per effetto dei cambiamenti climatici?

E’ un caso senza speranza.